ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moldova, Voronin accusa la Romania di fomentare i disordini

Lettura in corso:

Moldova, Voronin accusa la Romania di fomentare i disordini

Dimensioni di testo Aa Aa

L’opposizione anticomunista in Moldova boccia la proposta del presidente Voronin di ricontare le schede elettorali, definendola un tentativo di mascherare i brogli avvenuti alle legislative di domenica scorsa.

La protesta sembra però affievolirsi: l’annunciato raduno nel centro della capitale ha raccolto non più di un migliaio di persone. “Tutto ciò che fa questo governo, le minacce, gli arresti e le intimidazioni, sono la prova che i nostri leader non sono in grado di guidare il paese, di assicurargli un futuro”. Il presidente moldavo, Vladimir Voronin, ha accusato esplicitamente la Romania di aver fomentato le proteste, nel tentativo di creare le condizioni per un colpo di stato. E ha chiesto alla corte costituzionale di autorizzare il riconteggio dei voti, sostenendo che questo possa riportare la stabilità nel paese. Nell’attesa che la corte giunga a una decisione, la procura generale moldava ha intanto reso noto che un cittadino romeno è stato fermato perché sospettato di essere coinvolto nei disordini dei giorni scorsi, quando il parlamento e il palazzo presidenziale sono stati presi d’assalto dai manifestanti anticomunisti.