ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La polizia britannica: "I 12 arrestati stavano preparando un attentato"

Lettura in corso:

La polizia britannica: "I 12 arrestati stavano preparando un attentato"

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia britannica è convinta che le dodici persone arrestate ieri in un blitz antiterrorismo stessero preparando un attentato per i giorni delle vacanze pasquali.

Nel corso del blitz – accelerato anche per la gaffe dell’ex capo dell’antiterrorismo di Scotland Yard che ha mostrato inavvertitamente ai fotografi un documento con dettagli dell’operazione – sono state rinvenute foto di luoghi pubblici che per gli inquirenti potrebbero essere altrettanti obiettivi per un attentato. Il particolare che 11 su 12 arrestati siano cittadini pakistani entrati in Gran Bretagna con un visto studentesco ha scatenato le polemiche del partito conservatore, che ha chiesto al governo di rivedere i criteri di concessione dei permessi di soggiorno. “I visti studenteschi sono usati dai terroristi per far entrare loro uomini in un paese”, dice Chrys Grayling, ministro ombra conservatore. “Ora si impone una revisione dei criteri. Il governo è lì da una decina di anni e sa che ci sono molte falle nella normativa, per ammissione degli stessi ministri. Ora bisognerà essere certi che le cose funzionino”. Dell’operazione il premier britannico Gordon Brown ne ha parlato al telefono col presidente pakistano, Ali Zardari.