ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Georgia: Saakashvili respinge le dimissioni

Lettura in corso:

Georgia: Saakashvili respinge le dimissioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua il braccio di ferro tra il presidente georgiano Saakashvili e l’opposizione che per il secondo giorno chiede a gran voce le sue dimissioni. Sull’immagine del presidente, accusato di cattiva amministrazione, pesa la guerra dell’estate scorsa contro la Russia per l’autonomia delle regioni indipendentiste di Abkazia e Ossezia del Sud. Il leader georgiano ha respinto le dimissioni, dichiarando, tuttavia, di essere aperto al dialogo, unica strada per l’unità politica.

L’opinione pubblica del paese, comunque, appare divisa: “Credo che l’unica via sia il negoziato. Non abbiamo una buona opposizione. Chiedono le dimissioni ma non propongono nulla, dovrebbero piuttosto chiedere la soluzione dei problemi”. “In Georgia è in corso una crisi politica, molti scendono in strada perchè il governo è incompetente, esiste un declino economico e sociale”. Tra le accuse mosse al presidente georgiano anche la cattiva gestione della crisi economica che ha colpito il paese. L’immagine di Saakashvili appare indebolita anche a livello internazionale, sebbene il presidente sia intenzionato a non getterare la spugna fino al 2013. I manifestanti hanno esposto slogan antipresidenziali fino all’ingresso del Parlamento dove alcuni hanno trascorso la notte.