ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abruzzo, celebrati i funerali solenni per 205 vittime del terremoto

Lettura in corso:

Abruzzo, celebrati i funerali solenni per 205 vittime del terremoto

Dimensioni di testo Aa Aa

Funerali solenni, all’Aquila, per 205 delle 289 vittime del terremoto. Nel piazzale della scuola per ispettori della Guardia di Finanza, c’erano 5 mila persone, secondo le stime delle forze dell’ordine. E c’erano naturalmente i famigliari delle vittime, circa 1.600, per dare l’ultimo saluto ai loro cari.

Presenti le massime cariche dello stato, dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ai presidenti di Camera e Senato. La messa è stata officiata dal segretario di stato Vaticano, cardinale Tarcisio Bertone. Dopo il rito cristiano, il presidente dell’Unione delle comunità islamiche italiane, l’imam Mohammed Nour Dachan, ha rivolto una preghiera per le sei vittime islamiche del terremoto d’Abruzzo, invocando l’unità di tutti di fronte alla morte e al dolore. All’inizio della messa, il segretario del Papa ha letto un messaggio del Pontefice rivolto alla popolazione abruzzese, in cui Benedetto XVI esprime il desiderio di visitare, appena possibile, le zone colpite dal sisma. Dei 205 feretri allineati nel piazzale, quelli piccoli e bianchi sono naturalmente per i bambini. Grande la commozione tra i famigliari delle vittime, alcuni dei quali sono stati colti da leggeri malori durante la cerimonia e sono stati soccorsi dal personale medico. Nella parte finale, il cardinal Bertone ha benedetto le bare, aspergendole con l’acqua santa. L’arcivescovo dell’Aquila, Giuseppe Molinari, ha espresso la speranza che da una tragedia assurda come quella che si è consumata in Abruzzo possa nascere una nuova storia di vita e di speranza.