ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legislative e amministrative in Indonesia: seggi aperti

Lettura in corso:

Legislative e amministrative in Indonesia: seggi aperti

Dimensioni di testo Aa Aa

Seggi aperti in Indonesia. Un colossale ‘election day’ che unisce il rinnovo del Parlamento, l’elezione dei membri delle assemblee regionali, dei rappresentati delle province e delle comunità locali.

Un voto cruciale anche in vista delle presidenziali che si svolgeranno a luglio. Quella di oggi è considerata la più complessa operazione di voto organizzata in una stessa giornata nel mondo interno: 171 milioni di elettori, 38 partiti in lizza, oltre 11 mila candidati. Grandi numeri per una sfida che si riduce a due blocchi contrapposti: il Partito Democratico del Presidente uscente Susilo Bambang Yudhoyono, in carica dal 2004. E il Partito Democratico Indonesiano di Lotta dell’ex Presidente Megawati Sukarnoputri. La ledaer politica tenta di riconquistare quel potere che il padre Ahmed Sukarno esercitò fino al 1966, dopo aver portato il Paese all’indipendenza dall’Olanda. A Sukarno seguirono gli oltre 30 anni di potere ininterrotto del generale Suharto, fino alla crisi finanziaria del 1998. Per chi avrà la maggioranza nel Parlamento di Jakarta, in cui siedono 560 deputati, la sfida starà nel contenere le spinte secessioniste nel più grande Paese musulmano al mondo, frammentato in oltre 17 mila isole. Sotto la minaccia latente del terrorismo. Ma i partiti islamici sembrano destinati a raccogliere pochi consensi.