ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il capo dello stato Napolitano sul luogo del sisma. "Esame di cosceinza sulle responsabilità"

Lettura in corso:

Il capo dello stato Napolitano sul luogo del sisma. "Esame di cosceinza sulle responsabilità"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Per dovere e per sentimento”, cosi ha spiegato la ragione della sua visita sui luoghi del sisma, il presidente della repubblica italiano Giorgio Napolitano.

Accompagnato dai tecnici dei vigili del fuoco, il capo dello stato ha invitato tutti a un esame di coscienza, per capire come sia stato possibile disattendere sistematicamente delle norme indispensabili, e non effettuare nessun tipo di controllo. Le norme in materia antisismica erano state rese più rigide nel 2005, dopo il terremoto in Molise, ma ad ottobre scorso il governo ha disposto un rinvio dell’entrata in vigore al giugno 2010. Intanto, il sindaco dell’Aquila, Cialente, con una ordinanza ha dichiarato inagibile l’intero patrimonio edilizio, pubblico e privato della città. Una città ormai divenuta fantasma, completamente svuotata dai suoi abitanti, in cui girano soltanto le pattuglie antisciacallaggio. Ma già si pensa alla giornata di lutto nazionale, venerdi, e ai funerali di molte delle 279 vittime del terremoto. Per espressa indicazione di papa Ratzinger, la cerimonia religiosa verrà celebrata dal cardinale Tarcisio Bertone, segretario di stato vaticano. Lo stesso Benedetto XVI ha annunciato una sua visita ai terremotati, che compirà dopo la Pasqua.