ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Documenti top secret in mano, si dimette il capo dell'antiterrorismo di Scotland Yard

Lettura in corso:

Documenti top secret in mano, si dimette il capo dell'antiterrorismo di Scotland Yard

Dimensioni di testo Aa Aa

Con una decisione lampo, ha rassegnato le proprie dimissioni Bob Quick, il capo della sezione antiterrorismo di Scotland Yard, dopo le polemiche scoppiate sulla sua gestione di alcune informazioni riservate.

Nei giorni scorsi i giornali avevano rivelato che Quick, entrando al 10 di Downing Street, si era lasciato fotografare con in mano un dossier top secret contenti i dettagli di una operazione contro presunti membri di al-Qaida. Le dimissioni di Quick sono state commentare dal premier Gordon Brown. “Il signor Quick ha presentato le sue scuse. Ho parlato con lui stamane ed è molto dispiaciuto per quanto accaduto. Credo che noi non dobbiamo dimenticare che la polizia ha comunque compiuto gli arresti con successo. Naturalmente l’accaduto sarà oggetto di una approfondita indagine”. Come conseguenza del passo falso di Quick, Scotland Yard ha dovuto anticipare il blitz, compiendolo inusualmente di giorno e quindi correndo dei rischi più elevati. Nell’operazione sono state fermati 11 cittadini pakistani e un britannico, che secondo l’accusa sarebbero stati impegnati a organizzare degli attentati contro obiettivi nel Regno Unito.