ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Aquila: un'altra notte in tenda

Lettura in corso:

L'Aquila: un'altra notte in tenda

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’altra notte in tenda, più fredda della precedente. Per migliaia di abitanti dell’Aquila e dei comuni vicini questo campo è diventato una casa. La Protezione civile assicura tutte le necessità. Non c‘è rabbia, nessuno protesta, neppure chi ha perso tutto, il tetto e gli affetti.

“La scorsa notte ha fatto molto freddo. Quella precedente ha piovuto molto. Per fortuna la Protezione civile ci aiuta, ci ha dato le coperte così i nostri bambini hanno potuto restare al caldo”. Anche oggi Silvio Berlusconi è in Abruzzo per fare il punto sui danni provocati dal terremoto al patrimonio storico e architettonico e per una prima pianificazione sugli interventi da realizzare. Venerdí alle 11 nella scuola ispettori della guardia di finanza dell’Aquila si terranno i funerali di stato delle vittime del sisma. Polizia e carabinieri sorvegliano le zone sinistrate per evitare atti di sciacallaggio. Finora non è stato effettuato nessun arresto.