ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Indonesia si prepara al voto

Lettura in corso:

L'Indonesia si prepara al voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Trentotto partiti si presentano alle urne domani per le elezioni legislative e amministrative. In corsa, quasi 800 mila candidati nelle 17 mila isole dell’arcipelago. Le consultazioni definiranno anche gli equilibri per le prossime e piú importanti presidenziali, l’8 luglio. Solo le formazioni o allenaze che supereranno il 25% dei voti potranno presentare il proprio candidato.

L’attuale presidente, Susilo Bambang Yudhoyono, è il favorito per succedere a se stesso. Secondo gli analisti è l’unico a poter dare grande impulso alle riforme. Il suo partito, quello democratico, è in testa ai sondaggi per le consultazioni di domani. Piú indietro, il partito dell’ex presidente Megawati Sukarnoputri, criticata durante il suo mandato per non essere riuscita quantomeno a contenere la corruzione. Proprio la questione delle donne in politica ha assunto una rilevanza particolare: sono oltre 3.900 le donne in lizza per i 550 seggi del parlamento. Sul totale dei candidati, i nominativi femminili sono il 35%. Hadar Gumay, Responsabile del centro per la Riforma Elettorale: “Una maggiore rappresentanza femminile porrebbe l’accento su questioni quali salute, istruzione, strutture per l’infanzia..tematiche spesso messe da parte in un parlamento dominato da uomini e che quindi non hanno una specifica regolamentazione”. Chi si prepara piú freneticamente alle elezioni, oltre ai candidati, sono le forze dell’ordine che hanno messo in moto un gigantesco apparato per evitare violenze e brogli. Negli ultimi quattro mesi, sono morte una ventina di persone negli scontri provocati da manifestazioni legati alle elezioni.