ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Terremoto: Onna rasa al suolo


Italia

Terremoto: Onna rasa al suolo

Onna non c‘è più. La frazione dell’Aquila più colpita dal terremoto di domenica notte è un cumulo di macerie. Una sola casa sarebbe rimasta in piedi.

Il borgo abitato più vicino all’epicentro, a poco meno di una decina di chilometri dal capoluogo abruzzese, conta una quarantina di vittime accertate su un totale di circa trecento abitanti. I corpi sono allineati al confine del borgo: un prato si è trasformato in una camera ardente improvvisata. Tra i cadaveri, anche quello di una bambina di otto anni. E anche chi ce l’ha fatta, cancellerà difficilmente il ricordo di domenica notte. “E’ stato terribile grida una turista tra le lacrime Tremava tutto, e tutto è crollato”. A Onna si cercano ancora dei sopravvissuti e si contano i danni: in tutta la regione si è sgretolato anche un enorme patrimonio artistico. Chiese romaniche e rinascimentali sono ormai ridotte in polvere.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Moldova, assalto al parlamento. Gli anticomunisti protestano per i risultati delle elezioni