ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Secondo piano straordinario, previsioni fosche per il 2009

Lettura in corso:

Secondo piano straordinario, previsioni fosche per il 2009

Dimensioni di testo Aa Aa

Il secondo bilancio straordinario in sei mesi per soccorrere l’ex tigre celtica rimasta senza artigli. Il governo irlandese ha presentato il suo piano per rilanciare la crescita crollata del 2,8% nel 2008.

Davanti ai parlamentari il ministro delle Finanze Brian Linehan ha anche tracciato previsioni fosche per quest’anno: il deficit di bilancio dovrebbe sfiorare quasi l’11% del prodotto interno lordo, oltre tre volte il limite fissato dall’Unione Europea. Il pil dovrebbe contrarsi dell’8%, dopo 14 anni di boom finiti nel duemilasette. Le finanze pubbliche inoltre hanno registrato un buco di 23 miliardi di euro. Il primo ministro Brian Cowen è intervenuto con un messaggio trasmesso su You Tube: “Negli ultimi mesi è scomparso un terzo delle nostre entrate e questo è indicativo di quanto sia grave il problema, del fatto che c‘è una recessione mondiale e che dobbiamo superarla quanto meglio possiamo visto che siamo una piccola economia aperta”. Per contenere il deficit il governo irlandese prevede di aumentare le tasse su redditi, sigarette e diesel. Nel piano anche una struttura per rimuovere gli asset tossici dalle principali banche del Paese.