ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama sollecita l'ingresso della Turchia nell'UE

Lettura in corso:

Obama sollecita l'ingresso della Turchia nell'UE

Dimensioni di testo Aa Aa

La prima volta di Barack Obama in un Paese a maggioranza musulmana. Il presidente degli Stati Uniti è arrivato in Turchia, Paese membro della Nato e alleato di lunga data di Washington. Prima ancora di arrivare ad Ankara, parlando a Praga, Obama ha auspicato l’ingresso della Turchia nell’Unione europea; una sortita destinata a riaccendere la discussione tra i Ventisette. “Procedere verso l’adesione all’Unione europea – ha detto – sarebbe un segnale importante del nostro impegno in questa agenda e permetterebbe di ancorare fortemente la Turchia all’Europa”. Ma l’entusiasmo di Obama è stato subito freddato da chi da sempre si oppone all’ingresso turco nell’Unione: il presidente francese Nicolas Sarkozy, che con Ankara vorrebbe solo un rapporto di partenariato. “Trattandosi dell’Unione europea spetta ai suoi membri decidere – ha affermato Sarkozy -. Mi sono sempre opposto a questo ingresso e continuerò a farlo. Credo che la grande maggioranza degli Stati europei la pensino come la Francia. La Turchia è un grande Paese, alleato dell’Europea e degli Stati Uniti e deve restare un partner privilegiato”. Anche il cancelliere tedesco Angela Merkel ha accolto con freddezza l’invito del presidente Usa. Obama incontrerà oggi il presidente turco Abdullah Gul e il premier Recep Tayyp Erdogan, poi terrà un discorso davanti al Parlamento.