ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi attacca la stampa italiana

Lettura in corso:

Berlusconi attacca la stampa italiana

Dimensioni di testo Aa Aa

“Contro i media sono tentato da misure dure”. Non va per il sottile il Presidente del consiglio Silvio Berlusconi, dopo l’episodio che l’ha visto protagonista durante il vertice Nato. Il premier ha continuato a parlare al telefono facendo attendere il cancelliere Merkel, ospite dell’evento, e non ha partecipato alla cerimonia di commemorazione.

“La stampa, non so come mai, ha montato un caso – ha dichiarato il premier. – Mi diceva la signora Merkel che secondo questo caso io non l’avrei salutata, mentre lei sapeva benissimo, perché glielo avevo detto scendendo dalla macchina, che ero al telefono con Erdogan e che era importantissimo. Mi sono quindi appartato per continuare il mio lavoro di convincimento’‘. A Praga, dove parteciparà al vertice Usa-Europa, Berlusconi ha accusato la stampa italiana di remare contro e di non mettere in risalto l’azione del governo sulla scena internazionale. “E’ una calunnia contro di me – ha affermato. Non voglio arrivare a dire che servono azioni dirette e dure nei confronti di certi giornali e di certi protagonisti della stampa, però sono tentato”. Dichiarazioni di inaudita gravità secondo la Federazione nazionale della stampa. Il premier è stato irritato anche dal risalto dato alla presunta gaffe con la regina Elisabetta, che lo avrebbe rimproverato per il tono di voce alto durante la foto di gruppo del G20.