ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sul Ponte dell'Europa violenze e scontri

Lettura in corso:

Sul Ponte dell'Europa violenze e scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Scene di guerriglia urbana, lanci di molotov e distruzione. Poche ore dopo il passaggio dei capi di stato e di governo sul Ponte dell’Europa è scattata l’aggressione di un gruppo di manifestanti violenti. Circa cinquanta persone sulla sponda francese del Reno, inneggianti alla “guerra sociale”, hanno messo a ferro e fuoco gli edifici dell’ex-dogana, completamente in fiamme un hotel e la farmacia poco distante.
 
Colonne di fumo nero, per l’ incendio di alcuni pneumatici, si sono innalzate dalle barricate create dai black-blocks per contrastare l’ arrivo delle forze dell’ordine, cui è seguito il lancio di molotov e la sassaiola.
 
Ad un’ ora dall’inizio dell’aggressione sono partite le cariche della polizia francese e il lancio di lacrimogeni per disperdere i violenti.

L’ingresso al ponte dalla sponda tedesca è stato bloccato dalle forze dell’ordine che hanno cosi’ fermato il corteo di circa quattromila manifestanti pacifici diretti a Strasburgo per unirsi alla grande marcia finale nel centro della città francese.
 
Secondo gli organizzatori sono stati in tutto tremila i partecipanti alle proteste anti-Nato organizzate dai pacifisti, attivisti dei diritti umani ed estrema sinistra. Per la Prefettura sono stati in tutto diecimila.