ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Afghanistan 5mila soldati, Rasmussen segretario Nato

Lettura in corso:

In Afghanistan 5mila soldati, Rasmussen segretario Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

Il vertice Nato di Strasburgo si chiude con una dimostrazione di unità fortemente voluta dai paesi leader dell’Alleanza.

Il no della Turchia alla nomina di Rasmussen come prossimo segretario generale della Nato è stato superato. Dopo concitate negoziazioni con Ankara la candidatura dell’attuale premier danese è stata votata all’unanimità. Il premier turco Erdogan e il presidente Gul che non volevano venisse nominato al vertice Nato l’uomo che era al potere quando scoppiò il caso delle vignette satiriche su Maometto hanno ceduto dopo forti pressioni dei partners. Ma a Strasburgo il grande tema strategico riguardava l’Afghanistan su cui Obama ha puntato buona parte delle sue carte di politica estera trovando l’appoggio, seppur parziale, della Nato. “Abbiamo deciso di rafforzare il supporto fornito all’esercito e alla polizia afghana – ha spiegato l’attuale segretario generale l’olandese De Hoop Scheffer – invieremo sul posto le forze necessarie a garantire lo svolgimento delle elezioni previste per l’estate. Secondo la casa Bianca gli alleati Nato si sarebbero impegnati a inviare 5 mila militari in Afghanistan. La maggior disponibilità è arrivata dai britannici. Il cancelliere tedesco Angela Merkel coorganizzatrice del vertice assieme a Sarkozy, avrebbe dato il via libera all’invio di 3 mila soldati tedeschi, mentre il presidente francese pur sottolineando l’unità di vedute con il presidente Obama sarebbe riuscito ad evitare l’invio di soldati francesi. In Afghanistan dovrebbero andare solo istruttori militari.