ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si apre oggi a L'Aja la conferenza internazionale per l'Afghanistan sotto l'egida dell'Onu

Lettura in corso:

Si apre oggi a L'Aja la conferenza internazionale per l'Afghanistan sotto l'egida dell'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

Al Presidente afghano Hamid Karzai l’onore del discorso d’apertura. “Questa conferenza è il segnale che il mondo non si è scordato di Kabul”. E’ almeno il punto di vista dell’inviato speciale degli Stati Uniti per Afghanistan e Pakistan Richard Holbrooke. Che benedice la presenza dell’Iran:

“La formazione dell’attuale governo dell’Afghanistan nel quadro dei negoziati di Bonn ha coinvolto l’Iran, che ebbe un ruolo importante. Dunque quando il governo olandese ha chiesto d’invitare gli iraniani ci è parsa la scelta più logica”. Oltre cento i Paesi presenti al vertice proposto un mese fa dal Segretario di Stato Usa Hillary Clinton per rilanciare l’appoggio militare e civile al paese. A lato del vertice una conferenza sulla situazione nella regione: “Se si perdono di vista i bisogni primari delle persone” amminisce un analista “l’economia, il lavoro, se la gente ha soldi o meno. Se tutto ciò resta fuori dalla visione d’insieme, allora la gente non darà credito ai grandi interventi internazionali nella politica nazionale”. Gli Stati Uniti si accingono a raddoppiare gli sforzi, la Commissione Europea è pronta a stanziare sessanta milioni di euro in più. Nel Paese in cui il regime taleban vietava gli acquiloni.