ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trasporti, i ministri Ue verso regole sui tempi di lavoro

Lettura in corso:

Trasporti, i ministri Ue verso regole sui tempi di lavoro

Dimensioni di testo Aa Aa

Sui tempi massimi di lavoro, gli autotrasportatori autonomi vanno esentati dalle regole applicate ai dipendenti. Una presa di posizione, quella assunta a maggioranza dai ministri europei dei Trasporti, che minaccia di alimentare un acceso dibattito in maggio, quando avrà luogo l’ultima plenaria prima delle elezioni europee di giugno.

All’inizio di marzo, i camionisti in possesso di un contratto erano scesi in piazza, rivendicando regole uguali per tutti, in nome della sicurezza stradale. Il timore è di perdere il proprio lavoro, dal momento che le ditte di trasporti potrebbero trovare più conveniente rivolgersi agli autonomi, liberi di osservare tempi di riposo più brevi. I ministri europei ritengono tuttavia che non si possa limitare la libertà di impresa degli autotrasportatori indipendenti, tanto più in un periodo di crisi economica. Piuttosto, hanno ribadito la necessità di smascherare i falsi autonomi, ovvero chi ha un dovere di esclusiva pur non essendo sotto contratto. Fa discutere anche la proposta di direttiva Eurovignetta, che prevede la possibilità di imporre pedaggi ai mezzi pesanti legati all’inquinamento. Sul provvedimento, non è stata ancora presa alcuna decisione.