ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

GB, ministro in difficoltà per film porno

Lettura in corso:

GB, ministro in difficoltà per film porno

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha dovuto chiedere scusa, il ministro dell’interno britannico Jacqui Smith, per aver presentato al governo un rimborso spese nel quale era compreso anche il noleggio di due film “pay per view” a luci rosse. I film sono stati visti a casa dal marito in sua assenza.

“Sono spiaciuto per l’imbarazzo che ho provocato a mia moglie – ha detto Richard Timney -. Comprendo in pieno che i cittadini si sentano offesi per l’accaduto. Ovviamente il rimborso non doveva essere chiesto e, come sapete, il denaro è stato restituito”. Il caso è stato sollevato da un quotidiano nel momento in cui in Gran Bretagna è molto vivo il dibattito sulle spese dei politici. Jacqui Smith, che ha dichiarato di non volersi dimettere, era già nel mirino di una commissione governativa: aveva chiesto un rimborso di 120 mila euro per un alloggio a Londra quando in realtà era ospitata dalla sorella.