ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Torture su un ex detenuto di Guantanamo, Scotland Yard indagherà sull'MI5

Lettura in corso:

Torture su un ex detenuto di Guantanamo, Scotland Yard indagherà sull'MI5

Dimensioni di testo Aa Aa

Accuse di tortura e di complicità dei servizi segreti britannici: ora un ex detenuto di Guantanamo, liberato a febbraio, ottiene l’apertura di un’inchiesta.

Il consulente giuridico del governo di Londra ha chiesto a Scotland Yard di indagare sui fatti denunciati da Biniyam Mohamed. Residente in Gran Bretagna, di origine etiope, dopo la liberazione aveva raccontato la sua storia alla stampa. Biniyam Mohamed sostiene che l’MI5, i servizi segreti interni britannici, collaborarono con la Cia durante gli interrogatori cui fu sottoposto in Pakistan e in un centro segreto in Marocco dove afferma di essere stato torturato. Arrestato nel 2002 in Pakistan, con l’accusa di tramare contro gli Stati Uniti e di voler fabbricare una ‘bomba sporca’ era stato trasferito dalla Cia in Marocco, infine a Guantanamo. Soddisfatte le organizzazioni per i diritti umani e la commissione parlamentare sulle rendition, che indaga sul ruolo della Gran Bretagna nel trasferimento e detenzione illegale di presunti terroristi.