ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

'Il piano Usa è una strada per l'inferno': giallo sulle parole di Topolanek

Lettura in corso:

'Il piano Usa è una strada per l'inferno': giallo sulle parole di Topolanek

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi politica prima, le pesanti critiche al piano d’aiuti economici dell’amministrazione Obama poi. La caduta del governo ceco e le affermazioni di Mirek Topolanek rischiano di far scivolare l’Europa in una posizione imbarazzante nei confronti degli Stati Uniti a pochi giorni dalla visita del Presidente Usa a Praga.

“Il Segretario al Tesoro Usa Timothy Geithner parla di un consistente pacchetto di stimolo economico per gli Stati Uniti” ha detto il Premier ceco dimissionario a Strasburgo. “Una serie di scelte che rappresentano una strada per l’inferno”. Poco dopo la seduta al Parlamento Europeo il portavoce di Topolanek, tuttora Presidente di turno dell’Unione, attribuiva le parole del Premier ad un fraintendimento del traduttore. A pochi giorni dal G20 di Londra il rischio di un incidente diplomatico è forte. “Il 5 aprile incontreremo Barak Obama” ha spiegato il Presidente dell’Europarlamento Hans Poettering. “Abbiamo bisogno di un simbolo che dimostri la forza dell’Europa e la solidarietà dell’Europa. Ecco perchè abbiamo bisogno del Trattato di Lisbona”. Dopo la caduta del governo di centro destra di Topolanek, sottoposto a mozione di sfiducia, la ratifica definitiva del Trattato è ora a rischio. La Repubblica Ceca attende la ratifica per via referendaria, ma ora all’orizzonte ci sono elezioni anticipate.