ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Gül a Bruxelles cerca l'assenso di Barroso


Redazione di Bruxelles

Gül a Bruxelles cerca l'assenso di Barroso

Dare una scossa al processo di adesione all’Unione europea. É strategica la visita di Abdullah Gül a Bruxelles. Il presidente turco ha incontrato il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Durao Barroso, per convincerlo che Ankara sta procedendo spedita sulla strada delle riforme indicata dall’Unione. Avviati nel 2005, i negoziati sono peró entrati in una fase di stallo.

“Abbiamo avviato un processo di integrazione agli standard europei e siamo determinati a perseguirlo, per noi questo è un processo strategico, il popolo turco è al nostro fianco e lo sarà in futuro. Nessuno deve avere dubbi al riguardo”. Invece i dubbi ci sono. Alcuni stati europei, guidati dalla Francia, hanno esplicitamente condannato una piena adesione di Ankara all’Europa. Le difficoltà sono anche nei numeri. Solo 10 dei 35 capitoli che costituiscono il dossier Turchia sono già stati aperti. 8 capitoli sono congelati dal dicembre 2006 per il rifiuto turco di aprire i propri porti e aeroporti alle navi e agli aerei della Repubblica di Cipro che Ankara non riconosce. Prima di Gül a perorare la causa del Paese a Bruxelles era stato il premier Recep Tayyip Erdogan. Aveva fornito identiche rassicurazioni.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles

Non sarà Le Pen a presiedere il Parlamento europeo