ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dati congiunturali americani al ribasso. Il Tesoro vuole regole

Lettura in corso:

Dati congiunturali americani al ribasso. Il Tesoro vuole regole

Dimensioni di testo Aa Aa

Da una parte consumi ed esportazioni in calo, dall’altra, per le aziende, i risultati peggiori degli ultimi 50 anni. Il quadro desolante, presentato dal dipartimento del commercio americano, scoraggia quanti speravano in una ripresa. I consumi, che rappresentano due terzi della ricchezza ,si sono fortemente contratti e l’economia è cresciuta in un anno al ritmo piu’ lento dal 2001. Il prodotto interno lordo del quarto trimestre del 2008 è stato rivisto al ribasso, segnando un -6,3%. Nello stesso periodo gli utili societari sono crollati del 10,7%.

E per contenere gli effetti della crisi finanziaria il segretario al tesoro Tomothy Geithner propone di mettere sotto controllo i colossi non bancari, dagli hedge found ai derivati. “Negli Stati Uniti abbiamo un sistema molto complicato, con regolamenti a livello federale e statale, diversi supervisori bancari, diverse authorities, un sistema che non ha funzionato. Credo che occorra inziare con il garantire l’istanza di una supervisione efficace su quelle entità che potrebbero essere un rischio per il sistema finanziario” La proposta che passerà all’approvazione del Congresso, tra i punti principali, prevede la nomina di un “supervisore” dei rischi che minacciano il sistema. Le norme saranno alla base delle nuove regole finanziarie, di cui si discuterà nel prossimo G20 di Londra.