ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primo giorno di Consiglio Europeo, c'è convergenza: venerdi' le conclusioni

Lettura in corso:

Primo giorno di Consiglio Europeo, c'è convergenza: venerdi' le conclusioni

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ finita con una buona notizia la prima giornata di vertice europeo, l’ultimo prima del G20 di Londra: è stato trovato l’accordo su 5 miliardi di euro da spendere nei prossimi due anni per infrastrutture energetiche e di banda larga.

Un punto delicato, che forse prelude a un consenso piu’ ampio. “C’era una vera volonta’ di solidarieta’, su aspetti concreti – ha commentato il presidente della Commissione Europea, Barroso -; una nazione diceva di non avere abbastanza fondi per un progetto e immediatamente, spontaneamente, gli altri paesi davano il loro aiuto”. Ma sara’ la conferenza stampa conclusiva di venerdi’, nel primo pomeriggio, a svelare i dettagli della convergenza raggiunta sulle infrastrutture. Altri punti delicati rimangono aperti: il possibile prestito al Fondo Monetario Internazionale, circa 100 miliardi di dollari, e l’aiuto ai paesi dell’Est, il cui budget per gli interventi d’urgenza dovrebbe essere incrementato a 50 miliardi di euro. Ma non tutti sono soddisfatti. “Siamo lontani dal dare quello che dovremmo dare per il piano di salvataggio dell’economia”, afferma il presidente dei socialisti al parlamento europeo, Rasmussen. “Il Fondo Monetario Internazionale ci ha detto che ogni nazione deve investire quest’anno il 2% di Pil in piu’ rispetto a quanto è gia’ stato investito. E un altro 2% in piu’ il prossimo anno. Quest’anno investiremo la meta’ di tutto questo. Dunque davvero questa Unione Europea deve fare di piu’”. Sulle strategie di fondo di stimolo all’economia sarà discusso venerdi’ un documento del premier britannico Brown, che tenta una mediazione con gli Stati Uniti. C‘è grande attesa per questo aspetto.