ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sciopero generale contro il piano anti-crisi

Lettura in corso:

Sciopero generale contro il piano anti-crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Otto sindacati hanno organizzato uno sciopero generale oggi in Francia contro il piano anticrisi del governo. Fra i settori più toccati, quello dei trasporti. Secondo le previsioni dovrebbero circolare la metà dei treni regionali e il 60% dei treni a lunga percorrenza. Bus e metropolitane funzionano ugualmente a singhiozzo e all’aroporto di Parigi Orly un terzo dei voli è stato annullato. Secondo i sondaggi quasi 8 francesi su 10 approvano questa giornata d’azione:

“Per me quelli che fanno sciopero hanno ragione, visto quello che succede, il costo della vita che è sempre più alto…Solo così le cose possono cambiare. Li sostengo al 100%”. “Le ragioni possono essere legittime. Adesso effettivamente c‘è un malcontento che può esprimersi ma spero che non durerà molto a lungo”. Cosa non usuale, anche i lavoratori del settore privato si sono uniti alla protesta. Le parole della presidente della Confidustria francese, che ha accusato i sindacati di fare demagogia, hanno causato un aumento della tensione nel momento in cui diverse fabbriche stanno per chiudere o sono a rischio. Nell’ultima giornata di sciopero generale, il ventinove gennaio, secondo le organizzazioni dei lavoratori due milioni e mezzo di persone erano scese in piazza in tutta la Francia. I sindacati si aspettano gli stessi numeri e stanno già preparando una nuova giornata di agitazione per il primo maggio.