ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Azerbaigian: confermata la dinastia degli Alyev

Lettura in corso:

Azerbaigian: confermata la dinastia degli Alyev

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante le deboli voci dell’opposizione gridino allo scandalo, Alyev junior è destinato a mantenere il potere in Azerbaigian vita natural durante.

Al referendum di ieri oltre il 90% dei votanti si è detto favorevole a eliminare il limite di due mandati presidenziali consecutivi. A Baku l’entusiasmo di una residente. “Ottimo risultato, dice. Siamo tutti felicissimi. Abbiamo votato questo referendum e vogliamo che il presidente resti al potere tutta la vita.” Già il padre Heydar Alyev aveva governato da presidente, e con pugno di ferro, fra il 1969 e il 2003. Il figlio Ilham, al potere da sei anni, adesso si assicura la possibilità di gestire il paese come ha fatto sinora: controllando media e opposizione. Sotto il regno degli Alyev l’Azerbaigian paese ha comunque goduto di stabilità e prosperità, una crescita assicurata dalle richezze d’idrocarburi del paese, strategicamente affacciato sulle rive del Caspio, crocevia di oleodotti e gasdotti vitali per l’Occidente. Per ora Stati Uniti e Unione Europea non hanno espresso riserve, decisi a fondare i rapporti con Baku su elementi forti: il fatto che il paese sia stabile, guidato da un dirigente capace di parlare con l’Occidente e con la Russia, e dotato di enormi riserve di petrolio e gas.