ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fritzl si dichiara colpevole di tutto, giovedì la sentenza

Lettura in corso:

Fritzl si dichiara colpevole di tutto, giovedì la sentenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà pronunciata domani la sentenza per i crimini commessi da Josep Fritzl che oggi ha lasciato cadere tutti i veli, compreso quel raccoglitore blu dietro il quale si nascondeva nei primi giorni delle udienze. Mostrando il suo volto in aula – ma nessuna televisione è stata autorizzata a effettuare riprese – Josep Frizl a sorpresa si è dichiarato colpevole per tutti i capi di accusa, compreso l’omicidio colposo per il neonato lasciato morire senza cure nel 1996 e l’accusa più grave di riduzione in schiavitù della figlia. Ed è stata proprio la testimonianza video di Elizabeth, mostrata in aula, a far cambiare idea a Frizl all’insaputa del suo avvocato.

Il quale non si fa illusioni: “Il mio assistito, dice, è stato giudicato dalla perizia psichiatrica sano, ma con un disturbo grave d4ella personalità, per cui ci aspettiamo una condanna alla prigione o alla reclusione in istituto”. Per undici ore Elizabeth, 43 anni, ha raccontato gli orrori di 24 anni passati nel bunker di Amstetten con tre dei suoi sette figli. Alcuni giornali hanno scritto che la donna, protetta da una nuova identità, avrebbe inoltre assistito in incognito a una giornata del processo, ma gli avvocati non hanno confermato questa voce. In ogni caso, vedendola in video Fritzl ha abbassato la guardia. Gli psichiatri ora avvertono: rischia il suicidio.