ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fritzl confessa tutto

Lettura in corso:

Fritzl confessa tutto

Dimensioni di testo Aa Aa

Josef Fritzl non nega piu’. A sorpresa, in apertura della terza udienza del processo a Saint Poelten, in Austria, il cosiddetto “mostro di Amstetten” si è riconosciuto colpevole di tutti i capi di imputazione, compreso quello di omicidio colposo e riduzione in schiavitù.

Già in precedenza aveva ammesso i reati di stupro, incesto e segregazione ai danni della figlia Elisabeth, oggi 42enne. L’ammissione dell’omicidio di uno dei sette figli nati dalla relazione incestuosa spiana la strada alla condanna all’ergastolo. Contrariamente ai due giorni precedenti oggi Fritzl è entrato in aula a volto scoperto, scortato da dieci agenti. A nessuna televisione è stato permesso filmare. La vicenda ha profondamente scosso l’Austria, che vede nella condanna all’ergastolo anche un modo per riscattare l’immagine del Paese. “E’ semplicemente un mostro, dice una giovane austriaca. Bisognerà metterlo dentro almeno per il tempo che ha sequestrato la sua famiglia.” Secondo la psichiatra che l’ha seguito nei mesi precedenti il processo l’imputato dovrebbe scontare la pena in un carcere psichiatrico. La sentenza potrebbe essere pronunciata domani pomeriggio.