ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La festa del patrono irlandese per sostenere la pace nel Nord

Lettura in corso:

La festa del patrono irlandese per sostenere la pace nel Nord

Dimensioni di testo Aa Aa

Un San Patrizio per dire “no” al ritorno della violenza in Irlanda del Nord. Anche negli Stati Uniti, come in tante parti del mondo, oggi si celebra il patrono irlandese. Affiancata dal ministro degli Esteri irlandese Michael Martin, a Washington il Segretario di Stato Hillary Clinton ha lanciato un messaggio di solidarietà, sulla scia dei recenti attentati ad opera di gruppi dissidenti dell’Ira: “Voglio lodare l’intera leadership dell’Irlanda del Nord e i governi di Dublino e di Londra – ha detto Clinton – per le dichiarazioni costruttive e il forte impegno alla luce di questi attacchi”.

Fu il marito di Hillary Clinton, Bill, a dare, da Presidente degli Stati Uniti, un forte impulso al processo di pace culminato con l’Accordo del Venerdì Santo nel 1998. A Washington c‘è anche il leader dello Sinn Féin, Gerry Adams. “Siamo arrivati fino a qui, in Irlanda, attraverso il dialogo – ha detto Adams, che ha in programma anche un incontro con Hillary Clinton. Quando il dialogo è stato soffocato, quando c‘è stata censura, il vuoto è stato colmato dalla violenza. Non succederà di nuovo. Dunque, continuiamo a dialogare. Continuiamo ad allargare questo dialogo, continuiamo a diventare amici dei vicini unionisti”. E in una Chicago tinta di verde, invece, la nutrita comunità irlandese ha festeggiato già sabato scorso il patrono che, secondo la leggenda, scacciò i serpenti dall’Isola Verde. Anche qui, per lanciare un messaggio di pace.