ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

GM pronta a prendere a una quota minoritaria di Opel

Lettura in corso:

GM pronta a prendere a una quota minoritaria di Opel

Dimensioni di testo Aa Aa

Si aprono spiragli nella vicenda General Motors-Opel dopo il viaggio del ministro tedesco dell’economia a Washington.

Karl-Theodor zu Guttenberg ha incontrato l’ammistratore delegato di GM Rick Wagonar il quale ha espresso per la prima volta la disponibilità a restare in Opel con una quota di minoranza nel capitale. Questo potrebbe permettere il salvataggio del costruttore automobilistico tedesco, filiale del gigante statunitense General Motors. “Mi sembrava necessario far capire alla direzione di General Motors la posizione tedesca – ha detto Guttenberg -. Noi non daremo facilmente i soldi dei contribuenti solo perché si esprime un concetto ma in realtà non c‘è alcuna offerta”. Per evitare il fallimento Opel chiede 3,3 miliardi di euro. Ma la Germania di Angela Merkel vuole evitare che eventuali aiuti di Stato finiscano nelle casse di General Motors. In ballo ci sono 26.000 dipendenti in Germania, 50.000 in Europa. Per questo il governo tedesco ha chiesto alla casa di Detroit di fare un passo indietro per lasciare più libertà a Opel per discutere le modalità del salvataggio. Se alla casa tedesca, che ha minacciato la chiusura di 3 stabilimenti, venissero concessi gli aiuti, gli altri costruttori europei in difficoltà sono pronti a chiedere l’intervento pubblico per l’insieme dell’industria automobilistica europea.