ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il governo pakistano cede all'opposizione e reintegra nelle funzioni un giudice estromesso

Lettura in corso:

Il governo pakistano cede all'opposizione e reintegra nelle funzioni un giudice estromesso

Dimensioni di testo Aa Aa

Cedendo alle pressioni dell’opposizione, il governo pakistano ha reintegrato nelle sue funzioni l’ex presidente Servizio giudiziario che era stato rimosso nel 2007.

La decisione ha portato all’annullamento della manifestazione prevista per oggi a Islambad, al termine della Lunga Marcia che era stata promossa dagli avvocati pakistani e dal leader dell’opposizione Sharif. E’ la prima volta, fanno notare negli ambienti dell’opposizione, che in Pakistan una rivendicazione delle classi medie riesce a imporsi. “Quell’uomo è stato il solo ad avere il coraggio di alzarsi e dire: non voglio adeguarmi a un dittatore. Lo ha fatto, e per questo siamo soddisfatti che possa tornare a esercitare le sue funzioni”. “E’ un grande risultato, e ringraziamo Dio che il nostro movimento grazie a questa vittoria è diventato più forte”. Per il presidente Ali Zardari, un tempo alleato di Sharif contro Musharraf, il braccio di ferro si è tarsformato in una sconfitta. Sul Pakistan, che è una potenza nucleare, restano puntati gli occhi di Washington. Il timore del Dipartimento di stato infatti è che dal caos politico che indebolsice le istituzioni pakistane possano approfittare i taleban, che da sempre possono contare all’interno delle istituzioni pakistane, di importanti appoggi.