ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svolta in Madagascar. L'opposizione destituisce il presidente e promette elezioni in due anni

Lettura in corso:

Svolta in Madagascar. L'opposizione destituisce il presidente e promette elezioni in due anni

Dimensioni di testo Aa Aa

L’opposizione politica in Madagascar, sostenuta da settori ribelli dell’esercito, ha destituito dalle sue funzioni il presidente Marc Ravalomanana, ha sciolto i due rami del parlamento e il governo e accentrato il potere in una Alta Autorità per la Transizione.

I ribelli, guidati dal sindaco della capitale Antanarivo Andry Rajoelina, hanno promesso elezioni generali democratiche entro due anni. Risulta irreperibile il deposto presidente Ravalomanana, la cui residenza ufficiale è stata occupata dalle truppe in rivolta. Prima dell’irruzione nel palazzo presidenziale, si era sparsa la voce che il capo dello stato avesse fatto arrivare dei mercenari per mantenersi al potere. D’altra parte, dal suo arrivo alla presidenza, nel 2002, Ravalomanana è stato testimone di una crescente crisi politica, che ha finito, da gennaio di quest’anno, per causare un centinaio di morti a causa della violenza politica. Con gli ufficiali insorti ha avuto dei colloqui l’ambasciatore statunitense, secondo il quale i militari hanno escluso di voler compiere un colpo di stato.