ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dubbi sulla liberazione degli operatori di Medici senza Frontiere

Lettura in corso:

Dubbi sulla liberazione degli operatori di Medici senza Frontiere

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sono dubbi sulla liberazione dei quattro operatori di medici senza Frontiere rapiti in Darfur, tra cui l’italiano Mauro D’Ascanio.

Medici senza Frontiere non è in grado – per mancanza di contatti con i suoi membri – di confermare la notizia data dalla Farnesina che sta verificando l’informazione fornita in un primo momento: la liberazione e la partenza degli operatori per El Fashir, capitale del nord Darfur. Oltre a D’Ascanio tra i rapiti ci sono un’infermiera canadese e il coordinatore francese. Alcune sezioni di Medici senza frontiere oltre ad altre Ong erano state espulse dal Paese dopo che il presidente sudanese Omar El Bechir era stato raggiunto da un mandato di cattura della Corte Penale internazionale per crimini di guerra e contro l’umanità.