ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sette fermi ad Amsterdam per l'annunciato attentato al centro commerciale

Lettura in corso:

Sette fermi ad Amsterdam per l'annunciato attentato al centro commerciale

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha riaperto i battenti in Olanda il centro commerciale che ieri era stato fatto evacuare per il falso allarme di un attentato.

La polizia ha perquisito da cima a fondo i grandi magazzini che si trovano alla periferia di Amsterdam, dopo aver ricevuto nella notte di mercoledi, una telefonata dal Belgio con cui si annunciava un attentato. Le indagini, subito partite, hanno portato a sette provvedimenti di fermo, come spiega il capo della polizia di Amsterdam. “Le informazioni in nostro possesso erano puntuali: l’indirizzo esatto, quali persone avrebbero dovuto agire, quale automezzo avrebbero usato. Tutto ciò era abbastanza per battere questa pista”. Secondo la polizia uno dei fermati avrebbe non meglio specificati rapporti di parentela con un militante islamico che nel 2004 in Spagna si fece esplodere per non farsi arrestare dalla polizia, all’indomani delle bombe dell’11 marzo. I fermati, sei uomini e una donna di età compresa tra i 19 e i 64 anni, sarebbero tutti cittadini olandesi di origini marocchine. Non è ancora stata fissata l’udienza di convalida davanti al giudice dell’istruzione.