ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La crisi si abbatte anche su Volkswagen

Lettura in corso:

La crisi si abbatte anche su Volkswagen

Dimensioni di testo Aa Aa

Due mesi in rosso, dopo le cifre record del 2008. La crisi non risparmia neppure Volkswagen, numero uno dell’auto in Europa e numero tre al mondo. L’amministratore delegato dell’azienda tedesca, Martin Winterkorn, riconosce le difficoltà del momento, ma è convinto che il Gruppo possa uscire indenne dal momento difficile. Non sono in programma nè licenziamenti, nè chiusure.

“Nel 2008 abbiamo mantenuto i programmi e la parola. Abbiamo raggiunto risultati record nelle vendite, nel fatturato e nell’utile. In questa situazione scivolosa, teniamo la barra salda. Siamo già proiettati verso il futuro, per il dopo-crisi”. La prudenza e l’orgoglio tedeschi trovano riscontro nelle cifre. Volkswagen ha venduto 6,2 milioni di auto nel 2007 che sono diventati 6,3 l’anno scorso. Ma nei primi due mesi del 2009 le vendite sono in calo del 15% se confrontate con l’identico biennio dell’anno precedente. Quanto basta per convincere l’azienda che nel 2009 non ci sarà alcun record, anzi sia il fatturato che l’utile subiranno una flessione. Volkswagen è controllata per il 50% dalla connazionale Porsche che ha intenzione di avviare una politica aggressiva. Il mercato piú appetito è quello dei bassi consumi: Volkwagen lancerà sul mercato 60 nuovi modelli nel tentativo di conquistare nuovi consensi.