ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage in Germania, riaperto il dibattito sulla detenzione delle armi

Lettura in corso:

Strage in Germania, riaperto il dibattito sulla detenzione delle armi

Dimensioni di testo Aa Aa

Sedici morti in un attacco ad una scuola: è il 2002 e la Germania, dopo la strage in un istituto a Erfurt, inasprisce la legislazione sulle armi. Questo non ha impedito pero’ a un 17enne di impadronirsi della pistola detenuta regolarmente dal padre e di compiere un massacro a Winnenden ieri.

Il dibattito sulla violenza tra le mura scolastiche coinvolge anche l’unione europea. “Questa tragedia – ha dichiarato il presidente del parlamento europeo Hans-Gert Pottering – avviene dopo incidenti simili in Finlandia. E’ nostro compito fare tutto cio’ che è possibile perché questi episodi possano essere prevenuti”. Il massacro di Winnenden è il terzo episodio del genere in Euopa solo nel 2009. A gennaio in Belgio un uomo ha accoltellato due bambini e una donna in un asilo, mentre un’insegnante è stata vittima di un’aggressione in Norvegia.