ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage in Germania: ha ucciso con l'arma dei genitori

Lettura in corso:

Strage in Germania: ha ucciso con l'arma dei genitori

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli attimi conclusivi di un delirio omicida, ieri in Germania.

In queste immagini l’epilogo della strage avvenuta mercoledì mattina nel Baden-Wuerttemberg dove un giovane di 17 anni ha ucciso 15 persone prima di togliersi la vita durante lo scontro a fuoco con la polizia. Si chiamava Tim Kretschmer. Si è presentato alla scuola media Albertville di Winnenden, vicino a Stoccarda, alle 9:30 in tenuta militare nera armato di una Beretta calibro 9. Una delle 18 armi detenute dai genitori. E ha cominciato a sparare: 9 allievi e 3 insegnanti sono morti. Poi un passante freddato fuori dall’edificio, la fuga a bordo di un auto dopo aver preso in ostaggio il proprietario. E altri due morti prima di spararsi in un parcheggio circondato dagli agenti. Ora per la comunità locale e per la Germania, che ha già vissuto in anni recenti simili tragedie, è il momento del raccoglimento. Ma anche degli interrogativi: 8 dei 9 studenti uccisi erano ragazze; 3 donne le insegnanti. Forse una pista per una strage senza senso. “Bisognerebbe aumentare le misure di sicurezza, per esempio chiudendo l’entrata della scuola a lezioni cominciate. Si potrebbero fare tante cose” dice una residente di Winnenden. L’adolescente potrebbe aver emulato la carneficina avvenuta alcune ore prima in Alabama. Ma sulle motivazioni della follia omicida resta per ora il mistero.