ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Ulster, Ahern: "Non sottovalutare gruppi dissidenti"


Regno Unito

Ulster, Ahern: "Non sottovalutare gruppi dissidenti"

Non sottostimare in alcun modo lo scoppio di violenza in Ulster: lo afferma Bertie Ahern, ex primo ministro irlandese e negoziatore degli accordi del 1998 commentando gli episodi di terrorismo che hanno scosso l’Irlanda del nord negli ultimi giorni.

“Si tratta di gruppi pericolosi – afferma – che non devono essere sottovalutati e mi unisco a quelli che ritengono che questa situazione abbia bisogno di un contributo sia del nord che del sud, di una cooperazione tra la polizia irlandese e le forze di sicurezza che sono sul posto. Questo accade già. Faccio appello a tutti quelli che possono intervenire, perchè finchè quelle persone saranno libere di agire rappresenteranno un pericolo per la società”. Il primo ministro britannico Gordon Brown ha intanto dichiarato che potrebbe inviare in Ulster dei rinforzi se questo sarà necessario. A sostegno del processo di pace, meeting dei ministri britannici e irlandesi in Ulster. “Una cosa è certa, che il processo di pace deve continuare. Perché andrà avanti? perché ha il sotegno schiacciante di tutta la popolazione” dice il vice primo ministro del governo autonomo dell’Ulster Martin McGuinnes. Due uomini, di 17 e 37 anni, sono stati arrestati per l’omicidio di un poliziotto lunedi sera a Craivagon, vicino Belfast. A rivendicare i due attentati dei giorni scorsi sono state due sigle paramilitari, l’ira per la continuità e la cosiddetta “Vera Ira”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Federazione russa