ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ministri Ecofin ostaggio di Greenpeace

Lettura in corso:

Ministri Ecofin ostaggio di Greenpeace

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa non fa abbastanza per l’ambiente, e Greenpeace ne prende in ostaggio i rappresentanti. Un gruppo di ambientalisti ha bloccato l’ingresso del palazzo del Consiglio europeo, dove erano riuniti i ministri delle Finanze dell’Unione. Alcuni degli attivisti sono stati portati via di forza dalla polizia, che ne ha fermati una ventina. Nonostante non si siano registrati episodi di violenza, per oltre mezz’ora entrare o uscire dall’edificio è stato impossibile.

“I più autorevoli scienziati – spiega uno di loro – dicono al mondo che il cambiamento climatico sta avvenendo più velocemente del previsto e con una forza ancora più devastante. I nostri ministri delle Finanze, mettono i soldi sul tavolo per salvare le banche e i loro dirigenti e non per le reali minacce, ossia il cambiamento climatico e la deforestazione”. La dimostrazione è avvenuta a conclusione di una mattinata di protesta, alla quale hanno preso parte alcune centinaia di ambientalisti. Tra gli slogan: “Un piano di salvataggio per il Pianeta”.