ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama rilancia la ricerca sulle staminali embrionali

Lettura in corso:

Obama rilancia la ricerca sulle staminali embrionali

Dimensioni di testo Aa Aa

Negli Stati Uniti la ricerca pubblica sulle cellule staminali riparte dopo uno stop di 8 anni voluto dall’amministrazione Bush. Il presidente americano Barack Obama aveva fatto della rimozione dei limiti imposti dal suo predecessore uno dei cavalli di battaglia della propria campagna elettorale. Oggi chiederà ai centri di ricerca nazionali di dettare nuove regole in materia entro 4 mesi. Una notizia che molte persone affette da malattie genetiche o degenerative aspettavano con ansia, come Tim Ryan, che è diabetico, come i suoi due figli:

“Abbiamo già perso 8 anni. Siamo contentissimi di sapere che la ricerca finalmente avrà la possibilità di provare se può servire o no”. Bush aveva bloccato la ricerca per ragioni religiose e morali, seguendo quanto preconizzato dalle associazioni per la vita che contestano l’uso di embrioni congelati sovrannumerari, conservati nelle cliniche che praticano la fecondazione in vitro, mentre altri scienziati vedono soprattutto gli effetti positivi: “Questa decisione segnerà da subito una differenza, ci farà da sprone – dice il dottor George Daley, del Boston Children’s Hospital – Ci metterà a disposizione un migliaio di colture di cellule staminali che non abbiamo potuto usare negli ultimi 8 anni”. Critico sulla decisione della Casa Bianca il Vaticano, secondo cui la ricerca sulle staminali embrionali è immorale e rappresenta una regressione culturale.