ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Merck acquista Schering-Plough

Lettura in corso:

Merck acquista Schering-Plough

Dimensioni di testo Aa Aa

In tempi di crisi sopravvivono solo i giganti. La regola vale anche nel settore farmaceutico. L’americana Merck ha acquistato per 32,5 miliardi di euro la connazionale Schering-Plough. Dalla fusione nasce il quarto gruppo mondiale del ramo. Non è il primo matrimonio tra concorrenti del 2009 e probabilmente non sarà l’ultimo. A gennaio si sono fuse anche Pfizer e Wyeth.

Proprio da questo accordo è scaturito il primo gruppo farmaceutico al mondo con un fatturato annuo superiore ai 56 miliardi di euro. Alle sue spalle la connazionale Johnson&Johnson, davanti alla prima compagnia europea, la svizzera Roche. Quindi Merck&Schering e un altro Gruppo svizzero, Novartis. Sinergie, abbattimento dei costi, diversificazione del prodotto: sono queste le ragioni che spingono i colossi ad allargarsi e le aziende piú snelle a rinunciare alla propria indipendenza. A inaugurare l’era delle fusioni è stata, come detto, Pfizer che a fine gennaio ha incorporato per 53,8 miliardi la connazionale Whyeth. I marchi si riducono: che per i consumatori sia un vantaggio non è affatto certo.