ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ex prigioniero di Guantanamo denuncia: I servizi segreti britannici collaborano con la Cia

Lettura in corso:

Ex prigioniero di Guantanamo denuncia: I servizi segreti britannici collaborano con la Cia

Dimensioni di testo Aa Aa

I servizi segreti britannici hanno collaborato con la Cia negli interrogatori dei prigionieri di Guantanamo. E’ una delle denunce di Binyam Mohammed, trentenne cittadino etiope arrestato nel 2002, e rientrato a Londra dopo essere stato rimesso in libertà.

In una intervista al Mail on Sunday l’uomo – che si proclama innocente – si dice “emozionalmente distrutto” dalle torture subite durante la detenzione. Una delle pratiche più diffuse, ha raccontato, era quella di lasciare i detenuti al buio per diversi giorni, costretti ad ascoltare in continuo uno stesso disco di Eminem. Nella prigione militare sull’isola di Cuba, dopo l’elezione alla Casa Bianca di Barack Obama, le condizioni sono ancora peggiorate. Come se, ha detto l’ex prigioniero, le guardie avessero colto l’ultima occasione di vendicarsi, prima che la base venga chiusa. Alle accuse di Mohammed ha replicato con un secco comunicato il Foreign Office. “Londra non ha mai esercitata la tortura, nè l’ha mai ordinata o tollerata”.