ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dal voto, forse, indicazioni sul futuro leader

Lettura in corso:

Dal voto, forse, indicazioni sul futuro leader

Dimensioni di testo Aa Aa

I nordcoreani hanno votato per il rinnovo del Parlamento. Un voto scontato per un regime dove esiste un solo partito, che potrebbe però fornire indicazioni circa la successione al leader Kim Jong-il. I candidati sono stati infatti designati dai vertici di Pyongyang, da qui la prevedibilità dell’esito. Tuttavia, tra gli eletti ci sarà forse il futuro leader della Corea del Nord.

Alcuni candidati per la Suprema Assemblea del Popolo – che è il principale organo nazionale – promettono di lavorare per costruire un Paese forte. Nella capitale ha votato il Presidente del Parlamento, Kim Jong Nam, seconda figura politica del Paese, dopo Kim Jong-il. Le elezioni sono state posticipate a causa delle sue cattive condizioni di salute. 67 anni, ha assunto la guida del Paese nel 1994, succedendo al padre e inaugurando la prima dinastia comunista al mondo. Secondo indiscrezioni, Kim Jong-il potrebbe fare altrettanto, affindado il potere al figlio più giovane. Secondo gli analisti, il nuovo parlamento darà inoltre al “Caro leader” il mandato per continuare la militarizzazione del regime, fonte di attrito con la Corea del Sud e la Comunità internazionale. La legge impone a tutti gli aventi diritto di votare. I risultati sono diffusi il giorno successivo alle elezioni.