ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Argentina e Cile dicono no alle pretese britanniche sull'Antartide

Lettura in corso:

Argentina e Cile dicono no alle pretese britanniche sull'Antartide

Dimensioni di testo Aa Aa

Giù le mani dall’Antartide. Argentina e in Cile unite contro le eventuali richieste di sovranità da parte della Gran Bretagna su oltre un milione di chilometri quadrati dell’Antartide. Il ‘no’ a Londra è stato ribadito da un gruppo di parlamentari dei due paesi riuniti nella base cilena ‘Eduardo Frei’, tra le più grandi del continente bianco.

“Rifiutiamo in blocco – dice il deputato cileno Renan Fuentealba – le pretese della Gran Bretagna e dell’Irlanda del Nord di estendere quanto assegnatogli dal trattato sull’Antartide. Non avranno maggior territorio”. Al centro delle preoccupazioni di Santiago e Buenos Aires c‘è il fatto che il Trattato Antartico firmato a Washington nel 1959 tra dodici Paesi “entrerà fra qualche mese in una fase di ‘disgelo’”, fatto che potrebbe riaprire la discussione sulla sovranità di alcuni territori le cui delimitazioni non sono mai state del tutto chiare. I due paesi sottolineano in particolare il rischio che Londra possa iniziare a sfruttare per esempio “le risorse energetiche del Polo sud”.