ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Opel, ministro dell'interno tedesco favorevole a insolvenza

Lettura in corso:

Opel, ministro dell'interno tedesco favorevole a insolvenza

Dimensioni di testo Aa Aa

L’incontro a Berlino tra i vertici di General Motors e il governo tedesco non scioglie i dubbi sul futuro di Opel.

La controllata di GM è finita al centro di una partita tutta politica tra gli americani e la cancelleria tedesca, che si vede chiedere cospicui aiuti di stato per evitare la chiusura delle fabbriche. Il ministro dell’economia dice di avere avuto una discussione franca con la controparte: “General Motors – aggiunge – ha capito che ci sono ancora molte questioni aperte a cui deve dare una risposta”. Una per tutte: un credibile piano industriale di rilancio a cui Berlino subordina ogni aiuto pubblico, ma che GM sostiene di non essere in grado di fornire. Da qui il timore del governo tedesco, e cioè che gli aiuti, 3,3 milairdi di euro, destinati a Opel, finiscano poi a Detroit. Non a caso il ministro dell’interno tedesco ha detto che la migliore soluzione per Opel sarebbe portare i libri in tribunale. Un proposito difficile da mantenere, con le legislative tedesche dietro l’angolo. Per Gm, insomma, la partita è ancora tutta da giocare.