ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guerra del gas infinita tra Mosca e Kiev. Nuove minacciare di taglio delle forniture

Lettura in corso:

Guerra del gas infinita tra Mosca e Kiev. Nuove minacciare di taglio delle forniture

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia ha detto di voler interrompere le forniture di combustibile se l’Ucraina non dovesse pagare la bolletta. Delle minacce uscite direttamente dalla bocca del premier russo Vladimir Putin. Ma Gazprom ha assicurato che la società ucraina Naftogaz ha pagato le forniture di febbraio, pari a 250 milioni di euro.

“La situazione politica in Ucraina è un loro affare interno – ha detto Putin -. Ma allo stesso tempo non possiamo non sottolineare come questa sitauzione influenzi le forniture di gas verso la stessa Ucraina e verso l’Europa occidentale”. In Ucraina lo scontro politico è ai massimi livelli. Il presidente ha inviato i servizi di sicurezza a perquisire le società pubbliche energetiche legate al governo. “Non è solamente una violazione della costituzione – ha detto il premier Timoshenko -, ma anche una distruzione dello stato di diritto. Sfortunatamente la procura sta servendo gli interessi di una sola parte grazie alla copertura del presidente”. In mattinata i deputati del partito di Yulia Timoshenko hanno impedito una perquisizione nella sede di Ukrtransgaz, la filiale di Naftogaz che si occupa della manutenzione dei gasdotti ucraini e dei depositi sotterranei di metano. Lo scontro tra i due ex alleati della rivoluzione arancione preoccupa anche le capitali europee che ricevono le forniture di gas dalla Russia.