ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Donne e sviluppo economico, se ne discute a Parigi

Lettura in corso:

Donne e sviluppo economico, se ne discute a Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiama Forum internazionale delle donne arabe (Aiwf) e ha attirato a Parigi imprenditrici provenienti da più di venti paesi.

Obiettivo dell’iniziativa, creare una più stretta cooperazione tra occidente e mondo arabo, da cui possano nascere nuove partnership economiche. Un progetto che parte dalle donne ed è rivolto principalmente alle donne. Hayfa Fahoum Al Kaylani, presidente Aiwf: “Vogliamo concentrarci sulla donna nel mondo arabo, affinché sia un motore del progresso economico. Donne ed economia: il punto è che se le donne e l’economia nei paesi arabi non avanzano insieme, questi paesi non conosceranno mai la stabilità”. Oggi, una donna che voglia giocare un ruolo nello sviluppo economico di un paese arabo va incontro a non poche difficoltà. Non a caso, quelle che ci riescono hanno alle spalle famiglie influenti, con solidi contatti nell’ambiente politico. Emma Bonino, vice presidente Senato italiano: “Dipende molto da una realtà all’altra, non tutti i paesi del sud del Mediterraneo sono uguali. Nei paesi del Golfo, ad esempio, alle donne non è ancora riconosciuta la parità di diritti rispetto all’uomo. Per rivestire un forte ruolo economico o politico, occorre avere una storia famigliare particolare”. Nei paesi arabi, solo il 32% delle donne ha un impiego. E le cose vanno peggio negli Emirati arabi uniti dove, sebbene nettamente prevalenti sugli uomini nell’ambito dell’insegnamento superiore, le donne ingrossano le liste dei disoccupati: donna è il 71% dei senza lavoro.