ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: crescita all'8% circa nel 2009

Lettura in corso:

Cina: crescita all'8% circa nel 2009

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi economica si ferma alla frontiera cinese. Così almeno hanno assicurato i leaders di Pechino aprendo la sessione annuale del parlamento. La Repubblica Popolare prevede per quest’anno una crescita di circa l’8%. Obiettivo che farebbe sognare quasi in qualunque altra parte del mondo, ma che per gli standard cinesi, abituati alle stime di crescita a due cifre, rappresenta già una frenata piuttosto brusca.

Il premier Wen Jiabao ha dettato le linee guida della politica economica, diretta in primo luogo alla lotta alla disoccupazione, soprattutto nelle aree rurali dove i senza lavoro sono circa il 4 e mezzo per cento della popolazione attiva. Una priorità volta anche ad evitare possibili disordini sociali. Nel suo discorso Wen ha anche salutato il miglioramento delle relazioni con Taiwan, in seguito all’ultimo cambio della guardia al vertice dell’isola nazionalista che la Cina rivendica come parte del proprio territorio. Una notizia positiva temperata da quella sull’aumento senza precedenti delle spese militari. Il bilancio della difesa è destinato a crescere del 17% quest’anno. Negli ultimi tre anni è arrivato a triplicare.