ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clinton incontra Abbas a Ramallah

Lettura in corso:

Clinton incontra Abbas a Ramallah

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti tornano ad impegnarsi per far progredire il processo di pace israelo-palestinese. Lo ha assicurato la responsabile della diplomazia americana Hillary Clinton incontrando a Ramallah il presidente palestinese Mahmud Abbas. Secondo Clinton il principio dei due popoli due stati è l’unica via per risolvere il conflitto. l’inviato statunitense per il medioriente Dennis Ross aspetta solo la formazione del nuovo governo israeliano per iniziare un primo giro di consultazioni:

“Il presidente Abbas sta offrendo ai palestinesi l’occasione di ottenere finalmente la libertà, l’indipendenza, la prosperità e la pace in uno stato palestinese – ha detto Clinton – E l’unico modo per arrivarci sono i negoziati. Quindi esortiamo tutti coloro che credono in questo progetto globale di pace a lavorare con l’Autorità palestinese e con noi, perché siamo determinati ad andare avanti”. Questi negoziati potrebbero includere anche Hamas, a patto che il partito al potere a Gaza rinunci alla violenza e riconosca Israele. Entrambe le eventualità, per il momento sono poco probabili. A Teheran è in corso una conferenza di donatori alternativa a quella appena conclusasi in Egitto. I leader iraniani, che sostengono Hamas, hanno lanciato un appello alla resistenza per salvare la Palestina. La guida suprema iraniana Ali Khamenei ha definito Israele un cancro, mentre il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad ha auspicato un fronte globale antisionista in risposta al recente attacco militare contro Gaza. Secondo Teheran, l’esercito iraniano dispone ormai di missili in grado di colpire qualunque sito nucleare israeliano, e potrebbe usarli nel caso in cui la Repubblica islamica venisse attaccata.