ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parte il processo bis a Mikhail Khodorkovsky

Lettura in corso:

Parte il processo bis a Mikhail Khodorkovsky

Dimensioni di testo Aa Aa

In un’atmosfera blindata e a porte chiuse, inizia oggi a Mosca il processo bis a Mikhail Khodorkovsky, l’ex patron del fallito colosso petrolifero Yukos.

L’imprenditore, già condannato insieme al socio a otto anni di reclusione per frode e evasione fiscale, rischia altri ventidue anni di galera per riciclaggio. Per la difesa si tratta di un ennesimo processo contro un detenuto politico: “Mikhail Khodorkovsky – dice Maxim Dbar, avvocato difensore – chiede a giornalisti e all’opinione pubblica di interessarsi di più al suo caso, e promette che durante il dibattimento porterà le prove della sua innocenza e farà del processo un momento importante per il paese”. Khodorovsky ha pagato con la prigione non solo la sua linea filo americana nello sviluppo della Yukos, ma anche le sue ambizioni politiche. L’imprenditore è presto entrato in rotta di collisione con Putin e il suo entourage: “ Il Cremlino – precisa Human Rights Watch – con l’azione giudiziaria contro Khodorjkosvky manda due messaggi precisi: il primo è che Mosca vuole mantenere il ruolo determinante nello sfruttamento delle risorse, come il petrolio. Il secondo è un avvertimento chiaro a tutti gli imprenditori che hanno ambizioni politiche”. Dopo anni di silenzio il caso Khodorovsky ritornerà sulla scena internazionale. L’imprenditore dopo il primo processo è rimasto relegato per anni in un carcere nella Siberia orientale.