ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parità uomo donna: la nuova campagna della CE

Lettura in corso:

Parità uomo donna: la nuova campagna della CE

Dimensioni di testo Aa Aa

Le donne guadagnano il 17% in meno rispetto agli uomini.

È questo il punto di partenza della nuova campagna promossa da Bruxelles per ridurre il gap salariale che divide ancora il pianeta uomo da quello donna. Dietro questa differenza diversi fattori, che accompagnano il gentil sesso dall’inizio della carriera lavorativa fino alla fine. Fino a pesare anche sulla pensione. Vladimir Spidla, commissario europeo agli Affari sociali: “In periodi di crisi dobbiamo essere più attivi, questo è il nostro obiettivo principale, e in periodi di crisi diventa importante più che mai. Le donne non devono pagare il prezzo di una crisi”. Il rapporto della Commissione sull’uguaglianza uomo-donna 2009, rileva l’esistenza di profonde disuguaglianze. Tutti i governatori delle banche centrali dei 27, per esempio, sono uomini. È più facile che sia una donna a lavorare part-time, l’impiego di una donna è maggiore nei posti peggio remunerati. Dei nuovi laureati europei , il 59% è comunque donna. Cambiare però si può. Per questo è fondamentale l’aiuto della scuola, che può sensibilizzare in questo senso i bambini fin dalla più tenere età.